martedì 27 aprile 2021

[Retrogaming] Top Hunter - Roddy & Cathy: un'avventura a suon di mazzate targata Snk

  

Negli anni '90, la Snk è stata una delle aziende più attive e più brave nel realizzare videogiochi il cui tema principale sono le mazzate: non soltanto celebri picchiaduro "face to face" come "Fatal Fury" o "Art Of Fighting" ma anche avventure a scorrimento orizzontale conquistarono i videogiocatori di tutto il mondo, com'è successo per il mitico "Top Hunter: Roddy e Cathy".

Questo bellissimo videogioco fu sviluppato e pubblicato nel 1994. Si tratta di un platform arcade che vede i due protagonisti, Roddy e Cathy (giocatore 1 e giocatore 2) farsi strada in quattro mondi in una bellissima avventura che lo rese uno dei più grandi arcade di sempre, una sorta di modello che successivamente avrebbe motivato la stessa Snk per creare il leggendario Metal Slug nel 1996. 

Top Hunter fu piazzato non soltanto nelle sale giochi ma anche su piattaforma Neo Geo per poi entrare a far parte, qualche anno dopo, della Snk Arcade Classic Vol 1 per PlayStation 2 e Psp. Il videogioco vide un'ulteriore rilancio su Nintento Wii tramite il servizio Virtual Console

Il giocatore deve completare il gioco affrontando quattro mondi: Foresta, Vento, Ghiaccio, Fuoco. Ciascuno dei pianeti è composto da due livelli con un vice boss e un boss. Superati tutti e 8 i quadri, il giocatore sarà chiamato in causa per il capitolo finale, riaffrontando i quattro boss principali sconfitti in precedenza e poi vedersela con il super cattivo del videogioco: il Capitano Klapton.

Lungo tutto il gioco, l'utente può fare un po' di tutto. Roddy ad esempio è capace di allungare il braccio per prendere oggetti distanti e afferrare i nemici per poi scagliarli lontano. Se il tasto dei colpi viene premuto velocemente, il personaggio può sferrare una sequenza veloce di pugni che ricorda tanto quelli di Ryo Sakazaki in "Art of Fighting". Le bella Cathy invece è munita di una catena allungabile per interagire con nemici e oggetti, ma a differenza dell'amico può far molto male usando i calci, un po' come Chun-Li di Street Fighter II della Capcom o Robert Garcia di Art Of Fighting (giusto per rimanere nell'universo Snk e Neo Geo). Ma non solo attacchi corpo a corpo. I nostri personaggi possono anche emettere colpi dalla distanza o "volanti" come quelli di Ryu e Ken di "Street Fighter II": avete capito bene, usando la giusta combinazione Roddy e Cathy possono sparare un'hadouken o uno shoryuken. Tra le altre mosse speciali non manca un riferimento alla stessa Snk che ha introdotto anche una sorta di “power wave” di Terry Bogard (Fatal Fury)

In tutti i livelli è possibile trovare dei bonus, ottenere extra time, sviluppare delle power up. Ciò che ha reso "Top Hunter" rivoluzionario nella sua categoria è stato il fatto di poter spostare il personaggio da un piano all'altro del livello, esattamente come visto sempre nel picchiaduro a combattimento "Fatal Fury": è evidente infatti passare dal primo piano del livello a quello più lontano per poi tornare indietro e continuare a spostarsi a piacimento. Occhio però ai nemici, il quali spuntano quando meno ce lo aspettiamo o addirittura possono raggiungere dimensioni gigantesche, rendendo necessaria una soluzione strategica per poterli sconfiggere in alcuni casi.

Uno degli elementi che poi ha influenzato la Snk per creare Metal Slug due anni dopo la nascita di Top Hunter è anche il fatto che i nostri protagonisti possono utilizzare dei mezzi o robot da combattimenti che tendono ad andare in avaria (per poi esplodere) quando hanno subito troppi danni e la loro barra energetica è finita. 

 

La grafica di questa chicca anni '90 è uno delle migliori viste proprio in quel periodo, mentre il livello di difficoltà aumenta andando sempre più avanti con il gioco: facendo pratica alla fine è possibile annullare ogni complicazione e poter terminare Top Hunter anche in una sola volta. A renderlo piacevole è anche un'azione molto dinamica, veloce e coinvolgente, oltre al fatto che i nemici spesso mostrano dei siparietti divertenti che rendono questo titolo anche comico. 

Ogni mondo ha delle caratteristiche tipiche dell'elemento che rappresenta e anche in lontananza, verso lo sfondo che si vede all'orizzonte, è possibile vedere altri momenti di azione che però non interagiscono in maniera diretta con le missioni. Tornando alle caratteristiche dei livelli, ad esempio sul pianeta Vento ci sono dei momenti in cui il giocatore viene rallentato proprio per qualche qualche raffica antipatica di vento. Invece, sul pianeta Ghiaccio bisogna fare attenzione a non scivolare ed è per questo che il nostro personaggio è costretto a strisciare sui piedi e muoversi molto male. Insomma, abbiamo a che fare con un prodotto fantasy ma nel contempo realistico laddove serve. 

Bellissime anche le espressioni quando i personaggi subiscono un colpo
 

Le musiche sono dei motivetti che tengono l'utente a bada anche a livello uditivo. Esse di alternano con ritmi allegri e seriosi che tuttavia non stonano mai con le situazioni. I suoni non sono fastidiosi e il rapporto audio/video è molto equilibrato. Se avete la possibilità recuperatelo perché ne vale davvero la pena. 

LEGGI ANCHE: 

8 commenti:

  1. Un elemento che ho sempre apprezzato dei giochi SNK è la cura maniacale per i dettagli, anche per gli elementi più accessori come sfondi e personaggi secondari, tanto che alcune schermate sono delle vere e proprie opere d'arte.

    Non conosco questo gioco ma sembra veramente interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recuperalo perché ne vale la pena, davvero! Sono d'accordo, la Snk era qualcosa di spettacolare e mi stupisco che oggi non sia quella di un tempo: secondo me aveva tutti i mezzi per adeguarsi ai tempi!

      Elimina
  2. Mi sa che proverò anche questo.

    RispondiElimina
  3. Ricordo vagamente questo videogioco: è uscito quando oramai avevo abbandonato l'ambiente delle sale giochi, ma devo aver visto qualcuno giocarci al cabinato di qualche lido o bar.

    RispondiElimina
  4. Bello questo gioco, anche se credo di non essere mai riuscito a finirlo, sebbene non fosse tra i più difficili.

    RispondiElimina
  5. È la prima volta che lo vedo e ne sento parlare!
    Me lo scaric-- compro subito, prima che mi dimentico.
    Potrei divertirmici con la signora, con la modalità due giocatori, dato che è un'appassionata di Metal Slug.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo, non lo avevi mai visto e sentito? Ai tempi delle sale giochi era uno dei titoli più in voga. Comunque recuperalo e giocaci

      Elimina