venerdì 18 maggio 2018

Tekken 3: l'affermazione di Jin e la nuova generazione di combattenti


Dopo il secondo Iron Fist Tournament la situazione in casa Mishima, almeno per quanto riguarda il controllo della Zaibatsu, è ormai chiara: Kazuya è morto ed Heihachi è tornato al potere. Sembra che a nulla sia valsa la vendetta del giovane guerriero nel primo capitolo della saga, dato che il conflitto interiore che l'ha messo in crisi per tutta la durata del secondo torneo l'ha portato ad una fine ingloriosa.

Tuttavia, Tekken 3, ambientato quasi 20 anni dopo Tekken 2, lancerà nuove domande e darà alcune risposte in merito ad alcune novità emerse nelle trame precedenti, come nel caso della relazione amorosa tra Kazuya e Jun Kazama, la lotta tra Devil e Angel, il nuovo impero dello spietato Heihachi. Jin sarà il nuovo protagonista della fortunata serie di picchiaduro targata Namco e dimostrerà di essere un degno erede del clan Mishima ma anche un saggio precursore dei principi dello stile Kazama.

lunedì 14 maggio 2018

Manga - Devilman Vol. 2: lo scontro con l'arpia Silen tra demonologia, mitologia ed eros


Devilman Vol. II: lo scontro con l'arpia Silen tra demonologia, mitologia ed eros. Ecco la seconda parte della recensione e dell'analisi sul manga di Go Nagai.

Devilman vs Silen: l'epico scontro tra demoni nel manga di Go Nagai

Nel primo articolo che ha avviato questa analisi approfondita del manga Devilman di Go Nagai, siamo rimasti con il fiato sospeso per via dei fatti accaduti durante il sabba che ha visto il nobile Akira trasformarmi in Devilman e il povero Ryo cadere sotto l'attacco dei demoni. Per loro e nostra fortuna, nel secondo volume, scopriamo che i due amici sono sopravvissuti al massacro: Akira ha dominato Amon ed è tornato alla vita quotidiana nell'attesa che le cose prendano una certa piega; Ryo è soltanto svenuto ed è stato portato in salvo dall'amico.

venerdì 11 maggio 2018

Death In Music 1970-1971: le maledizioni del soul e del Club27


1970: Billy Stewart, Darrel Banks, Tammi Terrell, Kid Thomas, Alan Wilson, Jimi Hendrix, Janis Joplin, Baby Huey

martedì 8 maggio 2018

Goodfellas e Wiseguy: la vera storia di Henry Hill tra cinema e letteratura


L' articolo di oggi affronta un argomento molto importante e complesso che ha attirato l’attenzione di molti studiosi di semiotica e non solo: il problema della comparazione tra letteratura e cinema. In questo campo, il lavoro comparativo non consiste solo nel confrontare un libro e la sua trasposizione cinematografica, ma parte innanzitutto, dal problema del concetto stesso di trasposizione o meglio ancora, di adattamento, che costringe un regista ad affrontare un lavoro duro e a volte lungo. 

Martin Scorsese sta proprio al centro di questa discussione insieme a uno dei suoi lungometraggi più famosi: Goodfellas!. Anche in questo caso, parliamo di un adattamento basato sulla storia raccontata (e realmente accaduta) dalla penna di Nicholas Pileggi, scrittore e giornalista statunitense. Il libro s'intitola Wiseguy (Il delitto paga bene in italiano) e ci presenta la storia del gangster italo-irlandese Henry Hill, associato della famiglia mafiosa dei Lucchese di New York, che dopo il suo arresto rivelò a Pileggi tutti i fatti, gli affari, gli omicidi e le rapine compiute da lui e dai suoi ex soci tra gli anni cinquanta e settanta, mandando gran parte della sua organizzazione in galera, in particolare la famiglia Vario a cui era legato fin da giovane. 

lunedì 7 maggio 2018

Tekken The Animation: lo stravolgimento della trama originale



Nelle prime due parti di Tekken, storico picchiaduro seriale per Sony Play Station, abbiamo scoperto come ha avuto inizio la maledizione dei Mishima e abbiamo avuto modo di capire come nasce poi il terzo capitolo della saga. 

E' stato possibile conoscere la base della filosofia di vita di Heihachi ed entrare nella zona più profonda dell'animo tormentato di Kazuya, l'antieroe della storia afflitto dal diavolo che è in lui e poi messo in crisi dall'amore di Jun Kazama. Ebbene, negli articoli precedenti sono stati molti i dubbi legati ad alcuni intrecci della trama e il più grande di tutti è stato sicuramente quello concernente la curiosa relazione amorosa tra Kazuya e Jun, la quale, alla fine rimarrà incinta del guerriero. 

La Namco non ha mai dato delucidazioni sui particolari del loro rapporto, fatto sta che dalla loro unione nascerà Jin Kazama, il futuro protagonista dei capitoli a seguire. A questo punto, è opportuno sospendere l'analisi del videogioco per far spazio all'unica mini serie animata dedicata ai personaggi dell'Iron Fist Tornament: Tekken - The Animation. Si tratta di un film diviso in due episodi realizzato e distribuito nel 1997 ( In Italia dal 21 gennaio 1998) per la regia Kunihisa Sugishima e Mitsuki Nakamura.

venerdì 4 maggio 2018

Devilman Vol. 1: L'eredità di Paura. Il mesozoico, Dante e il sabba nella Genesi del manga di Go Nagai


Devilman volume 1: L'eredità di Paura. Il mesozoico, Dante e il sabba nella Genesi del manga di Go Nagai. Ecco la prima parte sull'analisi e la recensione dell'opera

Devilman volume 1: analisi e recensione del manga

Con questo articolo possiamo dare inizio all'analisi dettagliata dei singoli volumi di Devilman, il più celebre e influente manga del maestro Go Nagai. Si parte ovviamente dal primo volume, dove noteremo immediatamente le influenze che la cultura occidentale ha avuto sull'autore: dalla Divina Commedia ai riti occulti dell'occidente e dell'Europa, anche se non manca la presenza della tradizione orientale. 
È possibile consultare un'ampia introduzione al mondo dei demoni e l'analisi completa di tutta l'opera al seguente link: 

giovedì 3 maggio 2018

Commodore Amiga 600, i miei primi videogiochi (Parte I)


Dopo la presentazione del mio primo pc, cioè il Commodore Amiga 600, posso passare finalmente a presentarvi alcune tra le mie prime esperienze videoludiche, spesso alternate alle immancabili tappe in sala giochi (ma questo è un altro discorso che affronteremo più là). 

Quando ero piccolo non era difficile poter giocare con l'Amiga 600: bastava aver un joystick digitale (cioè munito di levetta) e inserire un floppy disk contenente un videogioco. Il numero dei floppy variava in base alla grandezza del prodotto, in parole povere più lunghe e pesanti erano le proprietà del gioco e più aumentava il numero dei floppy

mercoledì 2 maggio 2018

[Sondaggio] La Top 10 delle voci più belle della musica italiana


Dopo gli ottimi riscontri ottenuti con il sondaggio che ha sancito la "Top 10 delle voci inimitabili della musica straniera", ecco una nuova classifica dedicata ai cantanti italiani. Come accaduto in precedenza, è stato preparato un sondaggio direttamente dalla pagina del blog, così da permettere ai cultori della musica leggera italiana di poter esprimere a massimo tre preferenze per arrivare poi a un vincitore. 

Anche in questa circostanza non sono mancate le sorprese, come nel caso di Claudio Baglioni, finito fuori classifica in favore di artisti con un curriculum vitae certamente meno ricco del suo. In molti però non sanno che Claudio Baglioni è, in un certo senso, il nostro Freddie Mercury, infatti, è l'unico in Italia a eguagliare l'estensione vocale del frontman dei Queen sia in massima sia in minima: a dirlo sono stanti alcuni miei conoscenti che insegnano canto a livello accademico. 

Tra i grandi esclusi ci sono anche Renato Zero, Mia Martini, Adriano Celentano e Zucchero, mentre per un soffio sono rimasti fuori dai giochi anche Vasco Rossi e Ligabue. Eppure, mai mi sarei aspetto di non dover parlare anche del mitico Piero Pelù, la cui voce ha fatto parlare tanto di sé per le mille imitazioni fatte da numerosi comici italiani e per quei versi che hanno reso unico il rock dei Litfiba. Del resto, stiamo pur sempre parlando di voci "inimitabili" e a questo punto possiamo cominciare a presentare i dieci vincitori del nostro sondaggio.