mercoledì 26 maggio 2021

Genitori in Blue Jeans: una sitcom anni '80 e '90 tutta da ricordare

Se c'è stata una sitcom capace di attraversare con grande forza il periodo a cavallo tra la seconda metà degli anni '80 e l'inizio degli anni '90, quella è sicuramente "Genitori in Blue Jeans". Questa serie tv è nata negli Stati Uniti con il nome originale Growing Pains ed è andata per la prima volta in onda a partire dal 1985 per poi concludersi nella stagione televisiva 1991/92.

Produttori di questa opera furono Neal Marlens (1985-1986), Mike Sullivan, Steve Marshall, Dan Guntzelman (1985-1991), Dan Wilcox (1991-1992). "Growing Pains" alla fine contò la bellezza di sette stagioni per un totale di 166 episodi trasmessi sulla rete televisiva ABC. Certamente memorabile fu soprattutto la bellissima sigla As long as we got each other, cantata da B. J. Thomas e Jennifer Warnes. In seguito ai grandi consensi da parte di pubblico e critica fu anche realizzato uno spin-off dal titolo Dieci sono pochi, che raccontava le vicende del coach Graham T. Lubbock e dei suoi otto figli: la serie tuttavia ebbe poca fortuna e fu chiusa nel 1990.

In Italia fece il suo esordio nel 1987 e fu ribattezzata come "Genitori in Blue Jeans". Le puntata furono trasmesse prima su Canale 5 dalla prima alla seconda stagione, poi furono spostate su Italia 1 dalla terza fino alla settima per poi trovare la propria conclusione nel 1993. Negli anni, a grande richiesta, non mancarono le repliche delle avventure della famiglia Seaver sui canali Mediaset. Tra l'altro, il successo della sitcom portò i produttori a realizzare addirittura due film per la televisione: Genitori in blue jeans - Il film nel 2000 e Genitori in blue jeans - Il ritorno dei Seaver nel 2004. 

La trama un breve

"Genitori in Blue Jeans" racconta appunto la storia di Jason Seaver, di sua moglie Maggie e dei figli Mike, Carol e Ben. Con il passare delle stagioni nasce anche la piccola Chrissy ma il quadretto familiare viene chiuso verso a fine quando la famigliola adotta un ragazzo povero e problematico come Luke. Si tratta di un percorso che tratta come sempre il tema della famiglia, argomento tipico delle maggiori sitcom di quel periodo (vedi Otto Sotto un Tetto). Ovviamente non mancavano momento comici alternati a situazioni seriose atte a migliorare sempre di più i rapporti tra i vari membri del nucleo familiare. 

Il cast

I coniugi Seaver sono stato interpretati. dagli attori Alan Thicke (purtroppo deceduto nel 2016) e da Joanna Kerns. Tra gli attori si conta anche la presenza di Kirk Cameron nei panni del primo genito Mike: Cameron era considerato una stella emergente della tv americana e in molti tra l'altro erano convinti che avrebbe sfondato anche al cinema. Dopo il film "Tale Padre Tale Figlio" (un cult delle commedie anni '90) questo attore non fece mai il salto di qualità tanto atteso ed è finito a lavorare solo ed esclusivamente per il piccolo schermo.

Chi ebbe maggiore fortuna fu l'attore che interpretò Luke: Leonardo DiCaprio che nel 1991 divenne famoso come il "bambino di Critters III" (esordio assoluto al cinema per lui). Nel 1993 tra l'altro, l'attore statunitense avrebbe conquistato la critica con "Voglia di Ricominciare", film nel quale recitò insieme a un mostro sacro come Roberto De Niro.

Un occhio anche all'allora bambina Ashley Johnson (Chrissy), la quale è ricordata per essere stata la "nipote" di Jean-Claude Van Damme nel film "Lionheart - Scommessa Vincente". 

LEGGI ANCHE: 

5 commenti:

  1. Adoravo questa serie, non mi perdevo un episodio! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io l'ho seguita per parecchio tempo. era una di quelle sitcom che non finivano mai

      Elimina
  2. Non seguivo particolarmente questa serie.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina