sabato 16 ottobre 2021

[Nostalgia '90] Whisky Macallan: gli spot animati che conquistarono la tv


Negli anni '90 c'erano molti spot pubblicitari che conquistarono la tv italiana e il conseguente pubblico domestico. Ce ne fu uno in particolare (tra i tanti) che probabilmente mise d'accordo grandi e piccini: parliamo dei corti animati che sponsorizzavano il Whisky Macallan, una marca che oggi potrebbe risultare poco nota, ma in realtà si tratta di un colosso della distilleria scozzese. 
Nella prima metà dell'ultimo decennio del XX secolo andarono in onda un paio di episodi di questa pubblicità, dove si vedeva una gigantesca botte di sherry (contente whisky di malto) intenta  a dormire per ben sette anni prima di essere immessa sul mercato. Ad attenderlo c'è una dolce bottiglia che ansiosamente non vede l'ora di "essere riempita".

La voce fuoricampo della pubblicità diceva infatti: "c'è un solo whisky di malto che riposa ancora in botte da sherry per almeno sette anni prima di incontrare una bottiglia". Questa era appunto la grande caratteristica dell'azienda scozzese che evidenziò codesto particolare in più di un episodio animato della serie. Vediamo ad esempio la seconda versione della pubblicità del 1992 (fonte "Tutto Spot 80"). 


Nel 1995 fu rilasciata un'altra puntata, sempre animata, da parte della Macallan. Si tratta probabilmente dello spot più ricordato negli anni, nonostante oggi non sia mai quasi citato dai più nostalgici e da quelli che hanno buona memoria.


Da piccolo amavo molto questi spot e li ho sempre ricordati con una certa malinconia. Eppure, riguardandoli oggi (a distanza di anni) non si può non notate una strana componente nel rapporto tra la bottiglia e la botte. Lei aspetta con ansia il suo momento, cioè quello di essere "riempita" e "imbottigliata". La fanciulla di vetro in un certo senso se ne va sempre delusa, rammaricata, specialmente dopo aver passato anni di attesa che però non combaciano ancora con gli effettivi tempi di riposo del whisky

Effettivamente la pubblicità si conclude con lo slogan "Macallan, il gusto di sapere aspettare" che suona tanto come "l'attesa aumenta il piacere". La povera bottiglia esordisce sempre con "Macallan, sei pronto per me?", una frase pronunciata con una certa speranza e trepidazione. Ovviamente, l'obbiettivo dei produttore non era creare un doppio senso delle cose (magari sessuale), bensì mettere in risalto una particolare storia d'amore tra una bevanda alcolica e la bottiglia a cui è destinata. Ho il sospetto che questo spot oggi non verrebbe visto di buon occhio, dato che viviamo in un'epoca troppo perbenista, troppo bigotta e troppo "politicamente corretta".

Le pubblicità Macallan restano a mio parere una pietra miliare della nostalgia targata anni '90, un periodo in cui giravano molte produzione di spessore, anche animate. Queste pubblicità convincevano i grandi a comprare un whisky di qualità, mentre i bambini restavano affascinati dall'animazione a tratti curiosa, forse anche un po' strana eppure convincente: non per nulla queste opere furono trasmesse in tv per anni, se non proprio per tutto il decennio in questione. 

Ve la ricordate questa pubblicità? Che effetto vi faceva all'epoca? Oggi come la vedreste? 

LEGGI ANCHE:

10 commenti:

  1. Me li hai fatto tornare in mente, ora li ricordo eccome! Certo che l'animazione era veramente eccellente, per essere uno spot televisivo, chissà chi erano i creatori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano altri tempi, tempi in cui lo spot pubblicitario aveva una dignità al pari di altri strumenti audiovisivi di comunicazione. Si spendevano soldi anche per quelli, si scrivevano sceneggiature e c'erano dei progetti dietro. Oggi... lasciamo perdere

      Elimina
  2. Bellimi... !!!
    Se non sbaglio erano addirittura tre o quattro spot.
    Che dire, pubblicità di alta qualità e (soprattutto) di classe e con un retrogusto che sa cultura, dopo averle viste ti senti arricchito e non il contrario come accade per altri banalissimi spot (specie oggigiorno).
    Notare poi come quanti da bimbi si "commuovessere" di fronte a tanta solennità e grazia; segno che aveva creato più di una semplice pubblicità... avevano creato una mini-opera romantica ricca di pathos e sentimento.

    Comunque non rattristatevi per la bottiglietta, è andata a consolarsi con Mister Jack Daniels XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mister Jack Daniels ha sempre l'ultima parola ahahaha
      Tornando a noi, hai pienamente ragione. Come dicevo già a Fabrizio Perale più su,erano altri tempi con un'altra generazione. Non rivedremo mai più roba simile!

      Elimina
  3. All'inizio non mi suonava, ma la seconda pubblicità effettivamente da qualche parte nella mia memoria era rimasta. :--)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la ricordi te la ricordi! Del resto la trasmettevano ogni momento

      Elimina
  4. L'avevo rimossa, ora ricordo abbastanza bene, anche che malinconia faceva venire, però carino ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carino sì. Fatta anche bene come pubblicità devo dire

      Elimina
  5. La ricordo! Soprattutto perché mi sembrava così triste... da bambina mi dispiaceva vedere la bottiglia piangere anche se nemmeno sapevo di che trattava. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me pure metteva una certa malinconia (ed ero piccolo eh). Tuttavia, la guardavo con piacere ed è stato bella riviverla

      Elimina