lunedì 23 aprile 2018

C'era una volta Go-Cart: Maria Monsè, i giochi per bambini e i cartoni Warner Bros


Chi di voi ricorda il programma per bambini "Go-Cart" condotto da Maria Monsè e trasmesso su Rai 2 negli anni '90? Per quanto mi riguarda, è stata una delle cose che ho maggiormente amato nel periodo della mia infanzia sia perché ero follemente innamorato di Maria sia perché ho sempre apprezzato l'intrattenimento della vecchia scuola televisiva (format che oggi non esistono più), che consisteva in giochi telefonici e soprattutto tanti cartoni firmati Warner Bros

Ci tengo a precisare però che "Go-Cart" andava in onda negli orari pre-serali, dunque, non va assolutamente confuso con lo spin-off "Go-Cart Mattina" andato in onda dopo la chiusura del primo programma e trasmetto fino al 2005.



"Go-Cart" fu trasmetto su Rai 2 dal 1995 al 1997. Inizialmente consisteva in una trasmissione di brevissima durata che, nel tempo, riuscì a guadagnare sempre più spazio grazie a percentuali share caratterizzate dalla presenza di tutte le face di età comprese tra i due e gli ottant'anni. 

Alla conduzione c'era la bellissima e giovanissima Maria Monsé, accompagnata dal disegnatore Silvio Scotti e da Andrea Golino nei panni di Ugo, un cartone animato scappato dalle strisce del suo autore.
"Go-Cart" si presentava come un programma contenitore, nel senso che tra un cartone animato e l'altro era possibile assistere a un vero e proprio varietà consistente in giochi telefonici dove i bambini vincevano un premio anche in caso di errore. 

In altre circostanze, la Monsé avvivava qualche divertente siparietto con Scotti e Ugo per poi lasciare spazio ai "conigli per gli acquisti" e a un nuovo cartone animato. E' interessante notare l'evoluzione degli orari di programmazione di "Go-Cart": da luglio a novembre 1995 cominciava alle ore 20:00 per durare non molti minuti, poi dal 6 novembre fu anticipato alle 19:50 tutti i giorni tranne la domenica, infine, nella stagione 1996-1997 riuscì a ritagliarsi un spazio tutto suo andando in onda alle 18:50.


Tra i cartoni animati che ricordo c'erano ovviamente gli immancabili Looney Tunes con i vecchi doppiaggi risalenti agli anni '60, '70, '80 e poi restaurati nel corso degli anni. Per sei giorni a settimana era dunque possibile guardare le mirabolanti avventure di personaggi come Bugs Bunny, Daffy Duck, Wile E. Coyote, Road Runner (Beep Beep), Speedy Gonzalez e tanti altri. 

Una delle puntate più famose, di cui ho ottima memoria, risale al periodo in cui la Warner Bros dichiarò di aver rilasciato l' episodio che avrebbe messo la parola fine all'eterna lotta tra Wile E. Coyote e Beep Beep: finalmente l'ingegnoso ma sfortunato canide antropomorfo sarebbe riuscito a catturare lo struzzo più veloce del mondo. 

Per settimane e giorni, tutta la mia famiglia (mio padre più di me e mio fratello) visse con l'ansia di vedere Beep Beep imprigionato e sbudellato da Wile, ma il finale ci mostrò qualcosa che andò di gran lunga oltre le nostre aspettative.


Un altro cartone di cui ho memoria è Animaniacs che nel giro di poco tempo divenne tra i più amati della Warner Bros. La serie narra le avventure dei fratelli Warner (Yakko, Wakko e la piccola Dot), tre folli personaggi creati dagli studios, i quali, a un certo punto si vedono costretti a rinchiuderli nella torre dell'acquedotto perché propensi a combinare solo guai e a rendere impossibile la vita agli altri con la loro estrema ilarità. Ogni episodio è diviso in tre spezzoni, durante i quali i tre fratelli interagiscono anche con altri personaggi. 


Sullo stesso filone degli Animanics, su "Go-Cart" arrivarono anche Mignolo col Prof una serie di 65 episodi che nel giro di poco tempo conquistò gli amanti del genere, forse anche più degli Animanics per via delle frase che i due topi recitavano ad ogni puntata a mo' di tormentone: 

Mignolo: "Ehi Prof cosa facciamo stasera?"
Prof: "Quello che facciamo tutte le sere, Mignolo. Tentare di conquistare il mondo!"

Mignolo e Prof sono due topi di laboratorio geneticamente modificati ma con propensioni totalmente differenti. Prof è estremamente intelligente e sogna di conquistare il mondo con i suoi piani megalomani che puntualmente finiscono male. Mignolo invece è l'esatto contrario, è decisamente più stupido e combina un sacco di guai.


Tornando al format dei Looney Tunes e Merrie Melodies ecco una serie di 52 episodi che vede protagonisti il gatto Silvestro, Titti, la nonna e il cane Ettore impegnati a risolvere casi misteriosi in giro per il mondo. Il cartone in questione, infatti, si chiama I Misteri di Silvestro e Titti ed è stato trasmesso in Rai anche dopo la chiusura della versione preserale di "Go Cart".



Il 31 maggio 1997, per ragioni che personalmente ignoro ma che ognuno di noi può facilmente immaginare, "Go-Cart" chiuse battenti e fu sostituito da Tom&Jerry. Ad ogni modo, la Rai permise a grandi e a piccini di seguire la versione mattutina delle ore 7.00, cioè uno spin-off cominciato nel marzo dello stesso anno che seguiva solo una parte del modello precedente. Privo di conduzione, "Go-Cart" mattina mandava in onda una carrellata di cartoni animati che trovò il suo epilogo otto anni dopo, il 17 ottobre 2005. 



Che cosa n'è stato dei vecchi conduttori? So soltanto che quel bel pezzo di ragazza della Monsè ha continuato a lavorare nel mondo dello spettacolo prendendo parte in alcuni film di serie b,  partecipando a qualche reality show sia in qualità di concorrente che di opinionista e ritrovandosi coinvolta nello scandalo Vallettoppoli

Oggi, la bella Maria è diventata milf e di recente l'ho vista partecipare a una puntata speciale del Maurizio Costanzo Show. Tuttavia, non chiuderò l'articolo con una foto di lei inversione Stepmother from Youporn (e credetemi... l'idea la rende e come!) bensì con una straordinaria performance nel film  Annarè con il premio Oscar Gigi D'Alessio.


10 commenti:

  1. Grandissimo. Anche io amavo Maria Monsé, sai?
    Comunque, una volta Go-Cart venne trasmesso in un orario assurdo, tipo 19.58! XD
    Lo spot è terribile... proprio fatto con due lire.
    Però, che tempi.
    Il vignettista chissà che fine ha fatto...

    Io seguivo sempre anche Go-Cart mattina: lì, specialmente, ho seguito gli Animaniacs che citi^^

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Allora..io lo seguìvo, ma non ero fan della Monse' (peraltro mi hai fatto ricordare un altro programma per bambini dell'epoca che amavo, Amici Mostri) come voi 😁. Amavo invece Wil Coyote e Beep Beep e naturalmente quando i giornali (TV sorrisi canzoni sicuramente) diedero eco alla sorprendente puntata, fui in hype..e mi ricordavo benissimo quel finale e..la faccia del Coyote😁😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero innamorato della Monsé ragazza e la amo ora che è Milf. Erano gli anni d'oro dei programmi d'intrattenimento per bambini e ragazzini. Poi c'è stata l'involuzione generale e addio a Solletico, Go Cart, Bim Bum Bam, Amici Mostri (da te citato) e vabbe. Poi dite che non devo bestemmiare

      Elimina
  4. Grande Go-Cart, lo ricordo con grande piacere, e ricordo anche Maria Monsè, Grande gnocca che stimolata gli ormoni in fase preadolescenziale...
    Da segnalare anche Solletico, ottimo contenitore in onda su Rai1 ed ottima alternativa a Bim Bum Bam, quest'ultimo ormai già morente verso il 1996/97 e ridotto a spazio per telepromozioni!

    RispondiElimina
  5. Seguivo Go-Kart Mattina, ma non ho mai visto il programma della Monsé.
    Comunque non avevo mai visto l'ultimo episodio di Beep Beep, sai?
    Fantastico!
    Adoravo anche Mignolo & Prof.
    Ancora ne canticchio la sigla e uso le loro battute nel mio abituale colloquiare.

    P.S. Hai fatto bene a rilanciare questo bel post sui social.
    All'epoca della pubblicazione non ti seguivo ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì in effetti è uno dei primi post storici del mio blog (era il 2018, minchia!). Go cart lo trasmettevano di sera, mi sembra di sera e devo dire che accomunava tutta la famiglia a volte. Maria Monsè poi è stata una delle mie prime cotte: quanto era b... ecco ci siamo capiti XD

      Elimina
  6. Ricordo benissimo Go-Cart, anche se ero piccolo e quindi la Monsè non mi faceva alcun effetto (forse l'unica che smuoveva qualcosa era la Ferracini di Solletico). E rivedendola oggi invece era una "cagna maledetta" xD
    Non mi meraviglia scoprire che ha fatto la fine che ha fatto...

    Del programma ricordo quelle puntate con Bugs Bunny creato al computer in studio, frutto di una tecnologia all'epoca avveniristica, che interagiva in tempo reale coi conduttori... e la puntata in cui spiegavano in maniera semplice, ma efficace, la differenza tra Wile E. Coyote e Ralph il Lupo: il primo ha il naso nero, il secondo rosso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la Monsé non ha fatto una bellissima fine anche se devo dire che in formato milf è qualcosa di meraviglioso.
      Concludo dicendo che ricordo molti dei particolari da te riportati alla fine del commento!

      Elimina